Sportello antiviolenza

Lo sportello antiviolenza garantisce alla donna l’inserimento in un progetto personalizzato di ascolto e di sostegno, ma anche di approfondimento per l’elaborazione di una strategia di intervento, in collaborazione, se richiesto, con il servizio sociale ospedaliero ed i servizi territoriali. L’attività di supporto alle donne vittime di violenza della Asl Roma 4 si svolge sia in ospedale che sul territorio con l’ausilio dei centri antiviolenza e i servizi socio-sanitari istituiti dalla Asl.

I centri antiviolenza svolgono attività di prevenzione e di contrasto alle forme di violenza nei confronti di donne e bambini e rappresentano il luogo più competente per offrire una informazione adeguata e corretta. I centri sono costituiti da donne ed offrono accoglienza, diretta e telefonica, ed ospitalità a donne, adolescenti e bambini che hanno subito violenza.

Tutte le operatrici e consulenti di accoglienza, volontarie e non, devono avere una formazione adeguata. L’accoglienza viene effettuata nel rispetto delle differenze culturali ed individuali e nella garanzia dell’anonimato e segretezza della donna che vi si rivolge, tanto che ogni azione che si vuole intraprendere viene effettuata solo dopo aver ricevuto il consenso della donna.

Nei casi di donne con figli che a loro volta subiscono maltrattamenti e abusi, le operatrici del Centro si focalizzano sull’individuazione del problema e sullo sviluppo di interventi di protezione anche per il figlio. I Centri antiviolenza sono strutture costituite da donne dove lavorano donne che si occupano di violenza intra ed extra familiare alle donne (fisica, psicologica, sessuale, economica, stalking, traffiking), e di violenza assistita (bambine/i che assistono a queste forma di violenza), in qualsiasi forma essa si esprima.

I Centri che ne fanno parte gestiscono l’accoglienza telefonica, e/o diretta, e/o l’ospitalità di donne, adolescenti, bambine e bambini che hanno subito violenza e svolgono attività e progetti finalizzati a prevenirla ed a contrastarla. I Centri sostengono progetti individuali di donne, che vivono situazioni di temporaneo disagio e difficoltà a causa di violenza in atto, pregressa o subita in età minore. I Centri accolgono donne sole o con figli/e nel rispetto delle differenze culturali e dell’esperienza di ciascuna, nella consapevolezza del significato e dell’impatto dell’appartenenza a diverse etnie, cultura, religione, classe sociale e di orientamento sessuale.

I Centri si impegnano a garantire alle donne anonimato e segretezza e intraprendono azioni che le riguardano solo con il loro consenso. Ai Centri si rivolgono anche donne con bambine/i che a loro volta subiscono direttamente o indirettamente maltrattamenti e abusi.

Sul territorio, la Asl Roma 4 si avvale della collaborazione di due associazioni che operano con competenza e professionalità nel supporto alle donne vittime di violenza.

DIFFERENZA DONNA

L’associazione Differenza Donna nasce nel presidio Ospedaliero di Bracciano nel luglio del 2016 con l’obiettivo di rispondere in maniera integrata ed efficace ed inclusione sociale delle donne vittime di violenza. Lo sportello nasce all’interno del progetto Rosa al centro finanziato dalla regione Lazio nell’anno 2016 per la messa in rete dei servizi in sostegno alle donne e minori vittime di violenza e trova continuità per il 2018. Dal 4 luglio 2016 (Bracciano) e 25 novembre 2017 (Civitavecchia) gli sportelli sono stati aperti 2 volte a settimane ciascuno con la presenza di operatrici specializzate dell’Associazione Differenza Donna e con un numero di reperibilità h24.

COOPERATIVA KARIBU'
Orari
Questo sito utilizza cookie per fornirti servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.