UNICEF/COVID-19: coinvolti 350 partner logistici per pianificare il trasporto del vaccino contro il COVID-19, appena sarà disponibile

novembre 2020 -L'UNICEF sta lavorando con le principali compagnie aeree e fornitori di servizi di trasporto merci a livello globale per aumentare gli sforzi di distribuzione dei vaccini contro il COVID-19 in oltre 92 paesi nel mondo, appena i vaccini saranno disponibili.

L’UNICEF, insieme alla Pan American Health Organization (PAHO) e all'International Air Transport Association (IATA), per dare il via alla preparazione, ha formato le principali compagnie aeree la scorsa settimana circa i requisiti di capacità previsti e ha aperto un confronto sulle modalità per il trasporto di quasi 2 miliardi di dosi di vaccini contro il COVID-19 nel 2021. Queste dosi si aggiungono a  un miliardo di siringhe che devono essere inviate attraverso servizi di trasporto merci via mare.

Questo incontro conclude il primo evento logistico mai organizzato virtualmente dall'UNICEF per discutere del trasporto dei vaccini contro il COVID-19. Questo storico incontro ha riunito più di 350 partner logistici, tra cui operatori del trasporto aereo, compagnie di navigazione e associazioni logistiche globali.

“Mentre continua il lavoro per sviluppare i vaccini contro il COVID-19, l'UNICEF sta intensificando gli sforzi con le compagnie aeree, gli operatori del trasporto merci, le compagnie di navigazione e altre associazioni logistiche per consegnare i vaccini salvavita nel modo più rapido e sicuro possibile", ha dichiarato Etleva  Kadilli, Direttore della Supply Division  Base logistica dell'UNICEF. “Questa inestimabile collaborazione contribuirà in modo significativo a fornire una capacità di trasporto sufficiente per questa storica e mastodontica operazione. Abbiamo bisogno di tutto l'aiuto possibile perché ci stiamo preparando a consegnare le dosi di vaccino contro il COVID-19, siringhe e altri dispositivi di protezione personale per proteggere i lavoratori in prima linea in tutto il mondo. Proteggendo questi lavoratori, in ultima analisi, stiamo proteggendo i milioni di bambini che dipendono dai loro servizi essenziali”.

Nelle prossime settimane, l'UNICEF verificherà anche la capacità di trasporto esistente per identificare i gap e le necessità future. Si prevede che l'approvvigionamento, la consegna e la distribuzione dei vaccini contro il COVID-19 sarà la più grande e veloce operazione di questo tipo mai intrapresa. L'UNICEF sta guidando gli sforzi per l'approvvigionamento e la consegna dei vaccini da produttori che hanno accordi con la COVAX Facility. In collaborazione con PAHO, l'UNICEF coordinerà l'acquisto e la consegna per 92 economie a reddito basso e medio-basso, nel modo più rapido e sicuro possibile. 

Queste azioni si basano sugli sforzi di lunga data dell'UNICEF con l'industria logistica per trasportare gli aiuti in tutto il mondo nonostante le restrizioni legate alla pandemia. Da gennaio, l'UNICEF ha consegnato più di 190 milioni di dollari in aiuti contro il COVID-19 come mascherine, camici, concentratori di ossigeno e kit per test diagnostici a sostegno dei paesi che stanno rispondendo alla pandemia.

Come più grande acquirente singolo di vaccini al mondo, l'UNICEF normalmente procura più di 2 miliardi di dosi di vaccini all'anno per le vaccinazioni di routine e la risposta alle epidemie per conto di quasi 100 paesi. Questa expertise senza pari comprende il coordinamento di migliaia di spedizioni con vari requisiti per la catena del freddo, rendendo l'UNICEF un esperto nella gestione della catena di fornitura di prodotti a temperatura controllata, aspetto particolarmente necessario  in questa storica impresa. Per ridurre al minimo le interruzioni dei programmi di vaccinazione di routine dovute alle operazioni relative ai vaccini contro il COVID-19 e alle siringhe, l'UNICEF e i partner continueranno a coordinarsi strettamente con gli operatori logistici per una consegna puntuale in tutto il mondo.

"Il sostegno dei governi, dei partner e del settore privato sarà fondamentale per trasportare i vaccini per malattie mortali come il morbillo, la difterite e il tetano, così come per il COVID-19, nel modo più efficiente possibile", ha aggiunto  Etleva  Kadilli, Direttore della Base logistica dell’UNICEF la Supply Division.

Il mese scorso, l'UNICEF ha iniziato un processo di stoccaggio di oltre 1 miliardo di siringhe entro il 2021 per garantire la fornitura iniziale e il preposizionamento in anticipo dei vaccini contro il COVID-19.

Questo sito utilizza cookie per fornirti servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.